Guida introduttiva alla manutenzione ordinaria della bicicletta

INTRODUZIONE

In questa guida analizzeremo come prendersi cura della propria bicicletta, attraverso alcuni semplici interventi che, se fatti in modo corretto e con regolarità, eviteranno ricorrenti visite dal meccanico garantendo un grosso risparmio di tempo e denaro.

meccanica 1

PERCHE' SI FA

Mantenere correttamente il proprio mezzo significa prima di tutto garantirne la sicurezza.
Tenere pulita e revisionata la propria bicicletta non solo ne aumenterà la durata e le performance, ma ne salvaguarderà anche la sicurezza prevenendone improvvisi inconvenienti.

OGNI QUANTO FARLA

Il rispetto della scadenza dei tagliandi è fondamentale. Almeno ogni 4/5 mesi è opportuno portare la bicicletta dal proprio meccanico di fiducia per effettuare un controllo completo, in modo da mantenere una regolarità di almeno 2 tagliandi per stagione ciclistica.
Durante queste sedute è necessario, anche se non completamente usurate, far sostituire guaine e cavi di freno e cambio. Rimpiazzare, indipendentemente dallo stato in cui si trovano, anche le pastiglie dei freni.
Se si dispone di freni a disco e cambio elettronico sarà opportuno controllarne il livello d’olio.
Per quanto riguarda il cambio l’elettronico è buona regola controllare la durata residua delle batterie in base alle ricariche già effettuate, per farlo basterà collegarlo al PC ed utilizzare il software fornito dal produttore.
Se si percorrono tra i 20000 e i 30000 km all’anno è indicato basare la tempistica dei controlli sulla distanza; all’incirca ogni 4000/4500km è l’intervallo chilometrico che più ci sembra adeguato.
Nel caso in cui si debba intraprendere un lungo viaggio, una vacanza o un evento a cui si tiene particolarmente, sarà bene fare un controllo anche senza aspettare la scadenza periodica.
E’ consigliabile effettuarlo 3-4 giorni prima della data di partenza, sia per motivi logistici ( se c’è l’occorrenza di sostituire un componente non disponibile in magazzino sarà necessario ordinarlo) sia per motivi di adattamento di determinate parti. Un classico esempio riguarda la catena che necessita di qualche chilometro per adattarsi al pacco pignoni.
Nel caso in cui possediate una E-Bike sarà necessario integrare il tagliando ordinario con una valutazione del conteggio delle ricariche complete, e non, rimaste prima di dover sostituire la batteria.
Per molti costruttori questo dato è ottenibile semplicemente collegando il pacco batterie al proprio PC ed immettendo il numero di serie su una sezione dedicata nel sito della casa produttrice.

COSA E' OPPORTUNO SAPER FARE DA SOLI

L’importanza di saper risolvere i problemi più comuni si riflette sulla buona riuscita delle vostre uscite in bicicletta.
Gli interventi più comuni da saper effettuare sono i seguenti:
- Sostituire una camera d’aria o un copertone usurato.
- Utilizzare correttamente uno smaglia-catena.
- Sostituire il cavo del freno o del cambio.
- Ingrassare la serie sterzo.
- Sostituire l’attacco manubrio ed applicare o eliminare uno o più spessori.
- Montaggio e regolazione della sella.
- Sostituzione delle pastiglie dei freni.
- Montare un porta borraccia.
- Regolazione cambio posteriore, deragliatore e forcellino.
- Regolazione freni a disco.
- Corretto lavaggio della bicicletta.

Questi sono solamente alcuni dei problemi che verranno affrontati nei prossimi articoli relativi alla meccanica applicata alla bicicletta.

CAPITOLI GUIDA