I veicoli commerciali del futuro

Consegne, dove siamo oggi

Nell’ultimo anno, complice anche la situazione sanitaria in corso, le vendite online si sono moltiplicate raggiungendo numeri mai visti prima.

L’incremento del commercio elettronico ha avuto come naturale conseguenza un notevole aumento di traffico causato dai corrieri, solitamente alla guida di mezzi motorizzati di grosse dimensioni.

Lo sviluppo di una rete di spedizioni basata esclusivamente sull’utilizzo di veicoli motorizzati, porta con se un impatto negativo sia sul piano ambientale sia sulla tempistica delle consegne. Infatti le tabelle di marcia delle spedizioni sono pesantemente influenzate dal traffico intermittente, creato anche dai corrieri stessi.

Nell’ottica di un futuro ecosostenibile, che punta con decisione ad appoggiare uno stile di vita in cui sarà più facile e conveniente comprare da casa piuttosto che in negozio, cosa si può fare per ottimizzare le consegne delle merci ed al contempo decongestionare le strade rispettando l’ambiente?

Cargo Bike, le spedizioni del futuro

Le cargo bike sono biciclette a due o tre ruote, a trazione muscolare o elettrica, concepite per il trasporto di merci più o meno voluminose.

La capacità di carico di queste particolari biciclette, che in certi modelli arriva anche a 150 kg, le rende ideali per essere impiegate come mezzi sostitutivi ai furgoni tipicamente utilizzati dai corrieri.

I vantaggi derivanti dall’utilizzo una cargo bike per la gestione logistica delle consegne in ambito urbano, piuttosto di un mezzo motorizzato, sono molteplici e puntano tutti ad un unico obiettivo: velocizzare i tempi di consegna ed abbattere i costi di gestione.
Una maggiore velocità di spostamento, la possibilità di transitare attraverso le zone ZTL e l’annullamento dei costi del carburante, sono solamente alcuni dei punti a favore verso le bici da carico.

Inoltre l’uso sempre più massivo da parte dei ciclisti delle E-bike, ha portato anche le aziende produttrici di bici da carico ad affidarsi all’aiuto della pedalata assistita, aiutando in modo significativo il trasporto di merce pesante.

Il punto in Europa

Qualsiasi attività commerciale necessiti di spostare della merce in ambito urbano può trarre beneficio scegliendo le cargo bike come mezzo di trasporto.

Ad oggi il Nord Europa si candida come area trainante per quanto riguarda la riconversione della logistica in chiave eco-sostenibile.
DHL ed Ikea hanno infatti scelto l’Olanda come luogo dove iniziare questo importante cambiamento, convertendo parte del loro imponente sistema di spedizioni da motorizzato a pedali.

Portogallo, Danimarca, Svizzera ed Austria seguono subito a ruota, impiegando le biciclette da carico per molteplici mansioni, dal trasporto dei disabili alle attività svolte dagli operatori ecologici.

Anche in Italia questo trend di cambiamento è in crescita, in alcune regioni è infatti possibile acquistare o noleggiare una cargo bike per il proprio business o per uso personale.
Per dare supporto e rafforzare questo processo di innovazione, l’Italia stanzierà un fondo dedicato alle piccole e medie imprese impiegate in attività di trasporto merci mirando ad incentivare l’acquisto di cargo bike.

Facciamo la scelta giusta, scegliamo Eco-sostenibile!