INTRODUZIONE

Il lago d'Iseo, suddiviso tra le province di Bergamo e Brescia, è da sempre meta di escursioni da parte di ciclisti professionisti e amatori. Uno specchio d’acqua contornato da scenari unici che non mancano di stupire anche coloro che frequentano molto spesso questo territorio.
Questa traccia fa parte di quelle tracce che non perdono mai la magia della "prima volta".

Questo bacino è diviso tra le province di Bergamo e Brescia e, non facendo parte ancora di quelle che sono le mete turistihe di massa, si presta perfettamente alla pratica cicloturismo in totale serenità.

Andiamo a scoprire assieme tutti i punti caratteristici di questa splendida traccia!

PERCORSO

La traccia ha come punto di partenza il paese di Pilzone.
Qualche chilometro dopo la partenza ci si imbatterà con il borgo di Sulzano, suggestivo paesello noto per il suo collegamento con Monte Isola, borgo classificato tra i più belli d'Italia.

All'incirca 10 chilometri dalla partenza, alla volta di Vello, s'imboccherà una ciclopedonale che continuerà fino a Toline. Riqualificata di recente e a ridosso del lago questa pista vi permetterà di godere di brezza e panorami incantevoli.
Una volta ultimata la ciclabile si passerà per il centro di Pisogne, altro bellissimo borgo che vanta incredibili viste sia sulla montagna sia sul lago.

Una volta giunti dall'altra sponda del lago all'altezza di Castro incomincera un altro tratto fantastico che alternerà gallerie scavate nella roccia e strade a strapiombo sul lago, il tutto contornato dall'imponente montagna che vi affiancherà lungo tutto il tragitto fino a Riva di Solto.
L'apice delle bellezza sarà però raggiunto nel momento in cui si affiancherà l'Orrido del Bogn, anfiteatro naturale contornato da gallerie scavate nella roccia e una spiaggia unica in cui potersi prendere anche una pausa ristoratrice.
Per raggiungere l'Orrido sarà necessario deviare leggermente dalla traccia al chilometro 30.

CONCLUSIONE

Un percorso veramente piacevole indirizzato a tutto coloro che amano passare qualche ora in sella alla propria bicicletta.
L'assenza di salite incentiva ancor più la percorrenza in totale scioltezza anche se consigliamo di organizzare bene l'orario di partenza poichè dopo mezzogiorno il vento sarà contrario durante il ritorno.

Ulteriore attenzione va fatta sullo stupendo tratto Castro-Riva poichè la strada non essendo larghissima soffre un pò del traffico turistico.

Lungo tutto il percorso solo un tratto di 5 chilometri sarà completamente isolato dal traffico. Tuttavia l'80% del tracciato presenta spazi sulla destra predisposti alla percorrenza in bicicletta.

Le fontane sparse lungo il percorso, i bar, i parcheggi vicini al punto di partenza ed i punti d’interesse saranno ben segnalati dai markers presenti nella sezione “Mostra su GMaps” all’interno del menù dedicato nella nostra app.

Se non avete la vostra bici a seguito o non possedete il ciclo-computer adatto alla fruizione del file GPX di navigazione non esitate a contattarci, vi metteremo a disposizione il nostro servizio di noleggio.

Giro del Lago d'Iseo

Un anello tra acque cristalline e bellezze senza tempo

Difficoltà

Distanza

3 ore
63 km.