INTRODUZIONE

La sponda Trentina del Lago di Garda ha da offrire molto di più delle sole spiagge in riva al Lago e dei tipici borghi a carattere lagunare.
Grazie a questa pedalata sarà possibile apprezzare alcune peculiarità che rendono unica questa parte di territorio, come il Castello di Drena, le Marocche di Dro e le stupende e ben curate ciclabili immerse nella natura.

Analizziamo nel dettaglio le caratteristiche di questo percorso!

PERCORSO

Il punto di partenza è fissato qualche centinaio di metri fuori dal centro abitato di Arco di Trento, nei pressi del comodo parcheggio delle piscine comunali di Arco.

I primi colpi di pedale saranno mossi attraverso una tranquilla stradina secondaria asfaltata, fino all’ingresso, dopo pochi chilometri, nel primo e unico tratto sterrato dell’intero percorso.
Questa prima parte di percorso, caratterizzata da un’isolata lingua asfaltata tra i vigneti seguita da un piacevole settore Gravel ben battuto, rappresenterà una vera e propria oasi di pace a pochi chilometri dal Lago di Garda.

L’unica asperità presente lungo il tracciato avrà inizio dopo poco meno di 10 km dalla partenza; con i suoi 7 km di lunghezza alla pendenza media del 6,5%, questa salita richiede uno sforzo regolare ma prolungato per essere superata.
Raggiunta la cima si potrà ammirare il Castello di Drena, struttura medievale ricca di storia.

Una lunga e poco pendente discesa accompagnerà la traccia fino all’abitato di Padergnone, dove si invertirà la rotta di navigazione per iniziare a pedalare sulla via del ritorno.

Durante la seconda parte del percorso si costeggeranno i laghi di Santa Massenza, Toblino e Cavedine prima di approdare in uno dei luoghi più suggestivi della sponda Trentina del Lago di Garda: le Marocche di Dro.
Le Marocche di Dro sono una distesa lunare composta da detriti risalenti a frane e crolli avvenuti durante il ritiro dei ghiacciai di circa 20.000 anni, a partire da questo punto potrete pedalare per chilometri contornati da un paesaggio al limite del reale.

L’ultima parte di tracciato sarà caratterizzata dalla percorrenza di una piacevole pista ciclabile adiacente al fiume Sarca.

CONCLUSIONE

Ciclabili, punti d’interesse, scorci e paesaggi unici e suggestivi sono gli ingredienti che fanno di questo percorso una caccia al tesoro delle bellezze Trentine.

La salita principale del percorso presenta una lunghezza notevole, circa 7 km, ma grazie alla sua pendenza molto regolare ed all’assenza di tratti particolarmente impegnativi, si presta ad essere superata anche dagli appassionati meno allenati.

Dei 45 chilometri totali solamente un paio saranno sterrati, quindi le categorie di biciclette consigliate sono: Trekking, Turismo, Gravel e Strada (con le accortezze del caso per superare il tratto di strada bianca).

Le fontane sparse lungo il percorso, i bar, i parcheggi vicini al punto di partenza ed i punti d’interesse saranno ben segnalati dai markers presenti nella sezione “Mostra su GMaps” all’interno del menù
dedicato nella nostra app.
Se non avete la vostra bici a seguito o non possedete il ciclo-computer adatto alla fruizione del file GPX di navigazione non esitate a contattarci, vi metteremo a disposizione il nostro servizio di noleggio.

Non solo Lago di Garda!

Pedalando tra le bellezze del Trentino. Obiettivo pulizia!

Difficoltà

Distanza

3 ore.
45 km.