INTRODUZIONE

Solo un mezzo come la bicicletta permette di viaggiare alla velocità ideale per non perdersi nessuno scorcio durante la scoperta di nuovi territori.

Durante questo viaggio si passerà dai lunghi rettilinei Emiliani agli impervi sentieri della Via degli Dei, per poi proseguire immergendosi nei panorami unici del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi e negli scorci storici di Arezzo.

Non esiste un tempo standard per percorrere l’intero viaggio, questi 750 km infatti potranno essere facilmente divisi in autonomia grazie alle numerose strutture esposte nella mappa interattiva presente nella sezione “mostra in Gmaps” interna al menù dell’app.
Selezionare il numero e la lunghezza delle tappe e delle soste a proprio piacimento ed in pochi e semplici passaggi rappresenterà la chiave per godere appieno dello spirito di un viaggio in bicicletta.

Analizziamo insieme le principali caratteristiche di questo bikepacking tutto Italiano!

PERCORSO

Il punto di partenza è fissato nel centro storico di Treviso, a qualche chilometro di distanza dall’inizio della pista ciclabile Treviso-Ostiglia.

I primi 200km saranno caratterizzati da un dislivello praticamente nullo e da lunghi rettilinei sterrati lungo la Pianura Padana. Durante questa prima parte pianeggiante si avrà l’opportunità di attraversare diversi centri storici come quelli di Padova, Rovigo, Ferrara e Bologna.

Proprio da Bologna avrà inizio la famosa Via degli Dei che verrà percorsa interamente fino a Firenze.
Vi troverete di fronte a 130 km molto esigenti sia in termini di dislivello e sia in termini tecnici. Il dislivello superiore ai 3000 metri caratterizzerà la maggior parte di questa scalata con salite ripide seguite da discese tecniche e spesso sterrate.
Nonostante l’impegno necessario a superare questa prima asperità sarà comunque possibile apprezzare scorci veramente unici. In particolar modo l’arrivo a Firenze sarà spettacolare poiché la città verrà raggiunta grazie ad una piacevole discesa panoramica!

Da Firenze si proseguirà poi lungo la Toscana fino alla città storica di Arezzo, dove si invertirà la rotta risalendo verso l’Emilia.
Le peculiarità storiche tipiche del centro storico di Arezzo lasceranno presto spazio ai paesaggi del Casentino raggiungibili attraverso la scalata del Passo dei Mandrioli.

Lungo la via del ritorno il mare prenderà il posto della montagna, passando attraverso le città di Ravenna e Chioggia che anticiperanno l’arrivo a Treviso.

CONCLUSIONE

Grazie all’utilizzo dei markers esposti nella sezione “Mostra su Gmaps” presente all’interno del menù visibile nell’applicazione, sarà possibile pianificare in completa autonomia e sicurezza questo magnifico viaggio.

Gli unici tratti impegnativi di tutto il tracciato saranno la Via degli Dei, da Bologna a Firenze, ed il Passo dei Mandrioli qualche chilometro dopo Arezzo.

La superficie stradale sarà principalmente sterrata, per questo è consigliabile affrontare il viaggio con una bicicletta ben resistente sia essa di tipo Gravel o MTB.

Se non avete la vostra bici a seguito o non possedete il ciclo-computer adatto alla fruizione del file GPX di navigazione non esitate a contattarci, vi metteremo a disposizione il nostro servizio di noleggio.

Strade bianche Italiane, bellezza senza confini

Un bikepacking tra città e sterrati Made in Italy

Difficoltà

Distanza

90 ore
740 km.